ASSEMBLEA ANNUALE 2019

        Dal Quotidiano ALTO ADIGE del 6 marzo 2019

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

C'è una federazione trasversale e sinergica a molte altre, fondamentale per il corretto e funzionale svolgimento delle gare. Stiamo parlando della federazione dei cronometristi, indispensabile partner operativo di molteplici discipline sportive.

Recentemente si è svolta l’annuale Assemblea dell’Associazione Cronometristi della Provincia di Bolzano. La relazione illustrata dal Presidente Mario Stegher, ha messo in evidenza l’attività dei kronos altoatesini nella stagione sportiva 2018, che in estrema sintesi si può così riassumere: 1.586 gare cronometrate, di cui 948 partite di Hockey, 142 di Pallamano, 272 gare di Sci, 73 di Ciclismo, 49 di Atletica e 44 di Nuoto. Per far fronte a tale mole di impegni l’Assocronos Altoatesina si è da tempo dotata di attrezzature all’avanguardia fra le quali spiccano i sistemi di cronometraggio automatico con piastre di contatto per il nuoto, i sistemi di rilevamento automatico degli arrivi con i transponder, il Fotofinish e una vasta gamma di tabelloni per l’informazione al pubblico dei risultati. La disponibilità di queste sofisticate 
apparecchiature è stata la chiave di volta per accedere al cronometraggio di manifestazioni di grande prestigio. Si va dalle gare di Coppa Europa di sci disputatesi sulle nevi dell’Alto Adige, ai Campionati Italiani di Fondo a Dobbiaco e di Biathlon ad Anterselva, all’importante manifestazione di nuoto (Swim Meeting) che si svolge in novembre a Bolzano, a tutto il circuito podistico delle dorflauf locali.

 Parlando infine di ciclismo i cronometristi altoatesini oltre che in tutte le gare locali di Mountain Bike sono stati presenti in numerose manifestazioni ciclistiche italiane che vanno per la maggiore come i Campionati Mondiali di Para-Ciclismo, il Giro d’Italia internazionale femminile, il Giro del Friuli e l’ultima nata nel giro delle gare a tappe per professionisti, l’Adriatica Ionica Race organizzata dall’ex campione del mondo Moreno Argentin.

 

 

 

 

 

Mario Stegher ha sottolineato il notevole sforzo profuso per riuscire a far fronte a tutti questi impegni, ma alla fine l’obbiettivo è stato raggiunto, anche con la piena soddisfazione da parte degli organizzatori. Questi risultati sono stati possibili grazie all’alta professionalità dimostrata dal nucleo dei cronometristi che a tutt’oggi assomma a ben 175 unità. Le designazioni in servizio lungo l’intero arco dell’anno 2018 sono state 11.498, il che significa una media di 7 cronometristi convocati per ciascuna delle summenzionate 1.586 manifestazioni. Questi numeri hanno fatto sì che l’Associazione Cronometristi della Provincia di Bolzano si collochi al vertice della classifica come numero di servizi a livello nazionale. E’ un risultato assai lusinghiero, vista anche l’esiguità territoriale della nostra Provincia rispetto a tante altre, ma che per essere mantenuto esige la ricerca costante di nuove leve che si estrinseca attraverso l’organizzazione continua di corsi specifici per allievi cronometristi. I neo-cronometristi appena sfornati e che hanno già cominciato a prestare servizio sui campi di gara sono ben 19.
 
 L’Associazione dei kronos altoatesini sarà presente alla prossima Fiera del Tempo Libero di Bolzano ( 25-28 Aprile) con uno stand ove saranno esposte le apparecchiature più moderne e sofisticate, accanto a quelle che hanno fatto la storia nel corso degli anni. (i primi cronometristi altoatesini sono apparsi sui campi di gara all’inizio degli anni 50, nell’immediato dopoguerra). Sono allo studio altre attività collaterali per far conoscere l’arte del cronometraggio sportivo e perché no a suggerire a chi si dimostrasse interessato un buon sistema per l’impiego del proprio tempo libero.